MALI: SCONTRI TRA SOLDATI E RIBELLI TUAREG

Scontri tra reparti dell’esercito e gruppi armati tuareg sono in corso nel Mali settentrionale: lo hanno riferito oggi sia ufficiali delle forze armate che responsabili della formazione ribelle guidata da Ibrahim Ag Bahanga. Secondo le fonti militari, i combattimenti seguono l’inizio di un’offensiva dell’esercito contro “gruppi di banditi armati”, un’espressione con la quale sono di solito indicati i ribelli di Ag Bahanga. A un’agenzia di stampa straniera, un dirigente del gruppo tuareg ha detto che gli scontri hanno già provocato dei “feriti”. L’inizio dell’offensiva di Bamako segue di un giorno l’uccisione di due notabili filo-governativi nella città nord-occidentale di Gao, una delle zone dove la guerriglia è più attiva. Al di là di questo episodio specifico, gli scontri di oggi si collocano sullo sfondo di un generale aggravarsi delle tensioni tra il governo e alcuni dei gruppi armati di etnia tuareg. Il mese scorso un assalto contro una caserma dell’esercito nei pressi della città settentrionale di Nampala, attribuito agli uomini di Ag Bahanga, aveva causato 20 vittime; all’indomani dell’attacco il presidente Amadou Toumani Touré aveva sostenuto che il governo “non può continuare a subire” né “cercare ancora la pace”. Negli ultimi mesi, diversi gruppi armati hanno accusato l’esecutivo di Bamako di non applicare gli accordi di pace firmati ad Algeri nel 2006.[VG]

Agenzia MISNA – SUD DEL MONDO
2/1/2009